Profilo Professionale Tecnico Assistente Veterinario

CCNL degli Studi Professionali sulla figura professionale dell’Assistente Tecnico Veterinario

Spread the love

Contratto Collettivo Nazionale degli Studi Professionali riguardo la figura professionale dell’Assistente Tecnico Veterinario

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) è  la normativa attraverso cui si definiscono le regole che disciplinano il rapporto di lavoro.

Nel settore del pubblico, il CCNL è stipulato dalle organizzazioni rappresentative dei lavoratori e le associazioni dei datori di lavoro (o un singolo datore) e dai sindacati dei lavoratori.

L’Assistente veterinario è paragonabile ad un infermiere professionale della medicina umana: ha frequentato un Corso di Laurea triennale. Egli svolge attività di amministrazione dello studio, ricezione dei clienti e dei pets e assistenza durante le visite o gli interventi chirurgici.

La figura del assistente tecnico veterinario, quindi, supporta l’attività del veterinario: può fare prelievi, effettuare esami obiettivi e di laboratorio, eseguire radiografie e somministrare terapie; può collaborare con il veterinario nella preparazione degli animali che devono essere sottoposti a interventi e occuparsi dei degenti nel periodo post-operatorio.

Vediamo insieme di cosa afferma il Contratto Collettivo Nazionale degli Studi Professionali riguardo la figura professionale dell’Assistente Tecnico Veterinario.

Riconoscimento della figura professionale

La figura dell’assistente tecnico veterinario in Italia nasce con precisione nel giugno 2006 grazie all’ATAV (Associazione Tecnici Ausiliari Veterinari).

La figura professionale del Tecnico Assistente Veterinario entra nel Contratto Collettivo Nazionale degli Studi Professionali il 15 maggio 2015.

In seguito a questo riconoscimento, essa conta formalmente sul riconoscimento di uno specifico inquadramento economico e normativo.

Si occupa, inoltre, di individuare le competenze e le capacità del tecnico veterinario al fine di articolare idonei percorsi formativi per la figura.

Allegato al CCNL sul profilo professionale di tecnico assistente veterinario

L’Allegato al CCNL sul profilo professionale di tecnico assistente veterinario afferma:

Premesso che la professione veterinaria richiede il supporto di figure altamente specializzate, che il CCNL studi professionali è confermato tra le figure professionali dell’area sanitaria quella del tecnico-assistente veterinario collocandolo nei livelli.

Si conviene di definire il profilo professionale del tecnico veterinario come segue: il tecnico assistente veterinario e il lavoratore in grado di assistere il medico veterinario secondo le sue istruzioni durante l’erogazione delle prestazioni medico chirurgiche nell’organizzazione della struttura e nella gestione del rapporto con il cliente e il suo animale, mettendo in atto le linee organizzative dettate dal medico veterinario relative all’andamento generale della struttura, coadiuvando lo stesso l’attività professionale.

Si conviene di individuare come la tabella allegata le unità di competenza e le capacità del tecnico veterinario al fine di articolare idonei percorsi formativi per la figura.

Tabella allegata al documento del CCNL sul profilo professionale di tecnico assistente veterinario

Unità di competenzaCapacitàConoscienza
AccoglienzaAssumere comportamenti volti a trasmettere serenità, sicurezza ed instaurare un rapporto di fiducia con il cliente;Cenni di anatomia e fisiologia generale degli animali;
 Applicare i protocolli predisposti dal Medico Veterinario, nel fornire al cliente le informazioni utili;Elementi di chimica, biochimica, biologia, e microbiologia
 Adottare misure idonee alla gestione del cliente e del suo animale;Principi di etica e deontologia professionale
 Adottare comportamenti e modalità del MEdico Veterinario finalizzate a creare un ambiente sicuro, accogliente e volto alla soddisfazione del cliente;Procedure di segreteria e practice management
Trattamento clinico e chirurgicoPreparare e comporre lo strumentario e il materiale necessario alle diverse preparazioni veterinarie Ed il successivo riordino degli stessi;Principi di pronto soccorso veterinario
 Conoscere ed utilizzare tecniche di sanificazione dell’ambiente, raccolta e smaltimento dei rifiuti sanitari e non della struttura, che richiedono particolari attenzioni;Procedure infermieristiche di base e preparazione del paziente chirurgico
 Rilevare il livello di consumi di tutti i materiali e la loro validità, provvedendo a segnalare al medico veterinario;Radioprotezione
Approntamento spazi e strumentazioniApplicare metodologie e procedure per la prevenzione delle infezioni e la sterilizzazione degli strumenti, attrezzature di lavoro e area operativa, su indicazione del medico veterinario. 
Assistenza alle procedure clinico-chirurgicheConoscere le metodiche di assistente al medico veterinario nelle diverse terapie mediche e chirurgiche;Conoscenza delle tecniche infermieristiche
 Distinguere gli strumenti di lavoro necessari al medico veterinario. 
 Conoscere le modalità di affiancamento e di lavoro in equipe. 
 Riconoscere i segni clinici di sofferenza dell’animale;Cenni di fisiologia animale
Trattamento documenti clinici e amministrativo-contabiliConoscere strumenti informativi e pacchetti applicativi per la gestione automatizzata della struttura;Familiarita nell’uso dei pacchetti informatici
 Indicazione del medico veterinario, mantenere i contatti con i fornitori dei materiali ed attrezzature. 
 Applicare tecniche di gestione registrazione e aggiornamento di documenti contabili, amministrativi e sanitari. 
 Conoscere ed applicare dispositivi e procedure per il trattamento dei dati sensibili del cliente. 

Conclusione

Il Contratto Nazionale riguardo la figura del tecnico veterinario definisce quindi, in maniera unitaria per tutto il territorio italiano, la professione di tecnico veterinario, i rapporti di lavoro dipendente nell’ambito delle attività professionali, di studio associato e tra i datori di lavoro.

La norma fornisce, inoltre, competenze, capacità e conoscenze richieste, gli elementi per la valutazione e verifica dei risultati dell’apprendimento e le linee guida per la formazione non formale del Tecnico Veterinario.


Spread the love
Torna su