Come diventare assistente veeterinario in America

Come diventare Assistente Tecnico Veterinario in America

Come diventare assistente veterinario in America? Quali sono le qualifiche riconosciute negli Stati Uniti? Esiste un’associazione nazionale per i tecnici veterinari? Tutte le informazioni utili

Premesse

Molti tecnici assistenti veterinari viaggiano per lavoro negli Stati Uniti.
Alcune cose importanti da sapere sono:

Il lavoro dei tecnici veterinari è regolato dallo stato e requisiti e attività di lavoro consentite variano in base ad esso;

Molti stati richiedono di essere accreditati presso American Veterinary Medical Association (AVMA) e richiedono il completamento e superamento del Veterinary Technician National Examination (VTNE);

È necessario possedere un visto per lavorare negli Stati Uniti.

Detto questo, vediamo subito come diventare tecnico veterinario in America.

Leggi anche Come diventare assistente infermiere veterinario in Inghilterra

Quali sono le qualifiche riconosciute negli Stati Uniti?

In America ci sono due titoli accademici diversi per infermieri-tecnici-assistenti veterinari:

Bachelor of Science in Veterinary Technology (BS) presso un'Università Statale;

Associate of Science in Veterinary Technology (AS) presso un programma accreditato di formazione.

Le persone che posseggono questi due titoli possono poi partecipare al VTNE per qualificarsi negli stati che lo richiedono.

Poiché sono riconosciuti questi due percorsi formativi in generale in America, assistenti veterinari e tecnici veterinari vengono distinti tra loro e hanno compiti leggermente diversi.

Differenza tra assistente e tecnico veterinario in America.

Gli assistenti veterinari svolgono molte attività quotidiane di manutenzione generale della clinica e dei suoi pazienti come l’alimentazione, la pesatura e il rilevamento della temperatura degli animali, la pulizia di gabbie o la fornitura di cure infermieristiche prima e dopo l’intervento chirurgico o altre procedure mediche.

Inoltre si occupano della manutenzione e sterilizzazione di strumenti e apparecchiature chirurgiche, di canili e di ambienti lavorativi. Forniscono anche aiuto durante le emergenze e si occupano di toelettatura dei pazienti a quattro zampe.

Per essere un assistente veterinario in America sono inoltre, necessarie anche buone abilità sociali, poiché gli assistenti veterinari sono spesso il primo punto di contatto con i proprietari di animali.

I tecnici veterinari invece, lavorano anche in ambiti legati alla ricerca e hanno la responsabilità di assicurarsi che gli animali siano rispettati e trattati con cura. Aiutano veterinari o scienziati in progetti di ricerca in settori come la ricerca biomedica e la sicurezza alimentare. Lavorano molto spesso, nelle cliniche veterinarie appunto, con professionisti che si prendono cura di cani e gatti, ma anche di animali esotici e di allevamento.

I tecnici veterinari in genere si occupano delle seguenti operazioni: fornire assistenza infermieristica o pronto soccorso per il recupero o gli animali feriti,
monitorare l’anestesia durante gli interventi chirurgici, raccogliere campioni di laboratorio, come sangue, urine o tessuti, per i test, eseguire test di laboratorio, quali analisi delle urine e emocromo, svolgere e sviluppare i raggi X.

Anche somministrare farmaci, vaccini e trattamenti prescritti da un veterinario fa parte dei compiti dei tecnici veterinari.
Inoltre conducono una varietà di procedure cliniche e di laboratorio, tra cui cure postoperatorie, cure dentistiche e cure infermieristiche specializzate.

Possono specializzarsi in una particolare disciplina come la tecnologia dentale, l’anestesia, le cure di emergenza e di terapia intensiva e la medicina zoologica.

È necessario essere registrati o qualificati per lavorare in America?

Questo può variare da stato a stato. Infatti le direttive di uno stato rispetto all’operato di un tecnico veterinario possono essere diverse. Alcuni stati non richiedono nessun tipo di credenziali, non ci sono regolamentazioni ne da parte di enti privati né dal governo

 Altri hanno istituzioni di tipo privato definite volontarie e che regolano il lavoro dei tecnici veterinari e ce ne sono altri che richiedono credenziali obbligatorie. I tecnici con credenziali obbligatorie possono essere definiti Tecnici veterinari registrati (RVT) o Tecnici veterinari autorizzati (LVT) a seconda del grado di status assegnato alla credenziale.

Sono riconosciute altre qualifiche estere?

Il riconoscimento delle qualifiche estere varia a seconda dello stato e delle sue regolamentazioni.
Alcuni degli stati garantiscono il riconoscimento della qualifica, con il superamento dell’esame VTNE. Altri richiedono la necessità di laurearsi in un programma accreditato AMVA. 
È bene controllare le differenze tra stato e stato nella sezione di medicina veterinaria dedicata alle regolamentazione delle qualifiche accettate.

Esiste un'associazione nazionale per i tecnici veterinari?

Sì, la National Association of Veterinary Technician in America (NAVTA) è l’ente nazionale per i tecnici veterinari negli Stati Uniti. Vedi www.navta.net per maggiori informazioni.

Quali sono i requisiti di immigrazione per lavorare come tecnico veterinario?

Per lavorare negli Stati Uniti, è necessario richiedere un visto di lavoro o di residenza.

Alcuni collegamenti utili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su